Gli italiani, si sa, sono un popolo amante del buon cibo e soprattutto dei viaggi. Un amore che accrescerà proprio in occasione di queste feste natalizie, durante le quali la spesa a famiglia supererà i 500 euro. È quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Deloitte nel primo weekend di shopping natalizio di dicembre.

A subire un cambiamento rispetto allo scorso anno è la spesa investita per viaggiare, che è aumentata, e il budget destinato all’alimentare e ai divertimenti.

“La spesa – precisa la Coldiretti – è destinata nell’ordine per il 39% ai regali, per il 25% al cibo, per il 24% ai viaggi e per il 12% ai divertimenti al cinema, al teatro, nei concerti o nelle discoteche. L’Italia quest’anno si classifica al terzo posto tra i Paesi Europei dove si spende di più per il Natale, preceduta solo da Spagna con 632 euro e Gran Bretagna con 614 euro”.

“La spesa media per le festività di fine anno in Italia – precisa la Coldiretti – risulta superiore del 19% rispetto 445 euro della media in Europa dove in fondo alla classifica c’è la Polonia con 258 euro a famiglia. I regali sono la principale voce di spesa degli italiani che sotto l’albero troveranno nell’ordine libri, cioccolatini, vestiti, cosmetici, denaro e prodotti alimentari”.

“L’enogastronomia cresce anche per l’affermarsi di uno stile di vita attento alla riscoperta della tradizione a tavola che si esprime con la preparazione “fai da te” di ricette personali per serate speciali o con omaggi per gli amici che ricordano i sapori e i profumi della tradizione del territorio”.

“Da segnalare – continua la Coldiretti – la preferenza accordata all’acquisto di prodotti Made in Italy anche per aiutare l’economia nazionale o garantire maggiori opportunita’ di lavoro a sostegno della ripresa con una particolare attenzione a quelli provenienti dalle aree terremotate anche grazie alle iniziative ad hoc”;