Da un’etichetta simbolo ad un’altra, dallo spumante Euphorya – le bollicine di puro Frappato che hanno conquistato i consumatori negli ultimi anni – ad un’altra bottiglia che vuole raccontare ancora una volta un grande vitigno della Sicilia. È Laetitya, il rosso fermo di Casa di Grazia uscito in queste settimane per arricchire la vasta produzione dell’azienda vitivinicola di Gela guidata da Maria Grazia Di Francesco. Un vino che offre ai consumatori “un concentrato di gioia”.

Il nome nasce dall’emozione che Maria Grazia vuole trasmettere agli appassionati di vino, la stessa gioia che nasce in lei nel passeggiare fra i filari del suo Frappato, assaporarne gli acini e lasciarsi stupire da quella felicità che vien fuori sorseggiando un calice.

In ogni acino di Frappato dunque un concentrato di “gioia” come si legge in etichetta e del resto Laetitya significa in latino proprio questo.

Dopo lo spumante dunque ora si punta a vinificare il Frappato in purezza ed il risultato è davvero sorprendente per l’immediata piacevolezza che regala: un vino gradevolissimo, di spiccata freschezza, dal tannino vellutato, in cui predomina la nota di marasca tipica di questo vitigno autoctono che trova su queste terre bianche miste a sabbie rosse, nei pressi della Riserva Naturale del Lago Biviere, il luogo ideale per dare origine ad uve eccezionali. Già in uscita 3300 bottiglie …ed il sogno continua!