Si è entrati nel vivo della manifestazione enogastronomica etnea “Vinimilo 2017“, che ha preso il via il 25  agosto scorso e si protrarrà fino al 10 settembre. Previsti numerosi appuntamenti fino a domenica nel segno del buon vino e delle eccellenze presidio Slow Food, tra cui degustazioni guidate di vini etnei e non solo, workshop, selezioni per guide gastronomiche, tavole rotonde a tema e cene “vulcaniche”.

Giovedì 7 settembre alle ore 21 all’Osteria ai 4 Archi, cena vulcanica “a quattro mani” per la quarta edizione della Volcanic Wines & Food Competition. Saranno due gli chef ai fuochi con ricette regionali

Venerdì 8 settembre alle ore 18 al Centro Servizi, degustazione guidata di vini etnei prodotti da vitigni autoctoni e “frutto” della vendemmia 2007. Sabato 9 settembre alle ore 9 al Centro Servizi, convegno “Agricoltura e Innovazione: viticultura di precisione”, con la partecipazione di enologi, tecnici ed esperti dell’Università di Catania che si confronteranno sull’analisi dei dati raccolti dalle nuove tecnologie.

Dalle 18.30 di sabato riapre i battenti il percorso enogastronomico nel centro di Milo (Piazzale Chiesa Madre, Via De Gasperi, Piazza Belvedere, Piazza Municipio, Madonna delle Grazie, Scalinata Largo dei Mille). Introducono il percorso gli artigiani locali alle prese con “I mestieri di una volta”: fabbri, cestai, falegnami lavoreranno a vista i propri manufatti. L’Isola del Gusto, il percorso gastronomico della ViniMilo 2017, propone poi le degustazioni dei prodotti agroalimentari delle aziende del territorio affiancati dalle proposte dei Presìdi regionali di Slow Food – prodotti di nicchia e sottoposti a tutela – provenienti da tutta la Sicilia.

In “Vineria”, stillati in calici di vetro da bottiglie etichettate, le degustazioni dei vini dell’Etna che hanno aderito alla manifestazione; per gli appassionati dei prodotti sani, il Mercatino Bio e a Km zero. Per tutti i visitatori, in Piazza Belvedere, le escursioni gastronomiche fra le prelibatezze della cucina siciliana: da un lato ricette d’autore con gli chef delle aziende partner, dall’altro lo street food di qualità con proposte a base di carne, frittelle di ricotta e verdure e altre ghiottonerie per i vegetariani.

Alle 18.45 a Piazza del Municipio, conferenza “Mitologicamente Vino” con la storica dell’arte Daniela Fileccia, mentre alle 19 presso Largo dei Mille l’Enoteca Letteraria sarà presente con una selezione di pubblicazioni dedicate al mondo del vino e curate da Giuseppe Maimone Editore. Alle ore 20 al Museo Multimediale, segue la degustazione guidata di Olii EVO e alle 20.30 a Piazza Madonna delle Grazie, menu degustazione e calice vino. Infine allere 20.30 al Centro Servizi, la Fisar (Federazione Italiana Sommelier) propone un focus sul vitigno Grillo e una degustazione guidata di sei vini ottenuti da quella cultivar.

Solo sabato, infine, fra gli stand figura quello delle casalinghe di Milo che hanno accolto l’invito del sindaco Cosentino per far conoscere ai visitatori della ViniMilo 2017 le ricette della cucina di famiglia: ecco la zuppa di ceci, il macco di fave o il tipico fagiolino mascalese accompagnati dal pane fatto in casa con “u criscenti”, il lievito madre che in paese si passa anche oggi da una famiglia all’altra.

Domenica 10 settembre si comincia alle 9.00 a Piazza Belvedere per una escursione a cura del CAI fino al Bosco della Cerrita e alle Case Fichera. Alle 9.30 al Centro Servizi, si parla di viticoltura etnea fra tradizione e innovazione con Rosario Di Lorenzo e l’enologo Salvo Foti. Dalle 10.30 riapre i battenti il percorso enogastronomico nel centro di Milo con tutti gli stand ospiti, mentre alle 20.00 al Centro Servizi, la FIS (Fondazione Sommelier) proporrà “Dalle colline del Barolo alle terrazze dell’Etna”, un excursus fra i vini delle Langhe (Piemonte) e quelli dell’Etna. Sabato e domenica sera musica live con piccole jam session nelle vie di Milo.