Sono numeri da capogiro quelli del Vinexpo, la kermesse dedicata al vino che avrà luogo il 19 giugno a Bordeaux. Con circa 2.350 espositori da oltre 40 paesi e con oltre 48.000 visitatori internazionali previsti si prepara a prendere il via la XIX edizione di Vinexpo 2017. All’inaugurazione sarà presente il  ministro dell’Agricoltura francese Jacques Me’zard e il Console Generale d’Italia a Marsiglia, Fabrizio Mazza oltre a numerose altre autorità. La nazione che presenzierà all’evento con il più alto numero di espositori è l’Italia: il Belpaese porterà con sè ben 225 imprese che si occupano di vino. 

 L’Ice Agenzia, presente all’appuntamento da oltre un decennio, punterà su due vettori promozionali: una collettiva di 40 aziende italiane su una superficie di circa 560 mq, tra le quali spiccano produttori marchigiani, veneti e piemontesi; un ciclo di seminari dedicato al vino italiano e alle sue ineguagliate caratteristiche di eccellenza, versatilità e unicità.

Il Salone Internazionale del Vino di Bordeaux è molto noto nel settore dell’enologia e rappresenta un momento di confronto delle tendenze dei principali Paesi produttori di vino e alcolici. Vinexpo è anche il luogo ideale per la promozione di nuovi prodotti, attraverso una comunicazione mirata e un marketing efficace.

Il mercato francese dimostra sempre più interesse per il vino italiano, con unexport che nel 2016 ha superato il valore record 155 milioni di euro (+8.9%). La Francia è il sesto mercato di sbocco in valore, davanti alla Svezia e dopo il Canada e il quarto mercato in volume con oltre 1 milione di ettolitri esportati nel 2016 (+18%).

Presente alla manifestazione anche il Consorzio Vino Chianti che volerà a Bordeaux con circa 50 aziende. “È forse uno degli appuntamenti continentali a cui puntiamo di più – spiega Giovanni Busi, presidente del Consorzio Vino Chianti – e che ci permette di avere un quadro completo sull’andamento del mercato a fine stagione dopo un serrato tour internazionale che ci ha impegnato negli ultimi mesi. È una delle ultime fiere prima della vendemmia ed è importante per il Consorzio presentare al meglio le aziende della Denominazione”.