Degustazioni con concerto nelle varie tappe europee, con miele, olio ed etichette della sua tenuta toscana

Se ci fossero mai stati dubbi sul legame tra vino e musica, ecco un’altra dimostrazione della loro infondatezza: Sting, ex voce dei Police, porterà in tournée assieme alla sua musica il vino prodotto nella tenuta che possiede a Figline Valdarno, in provincia di Firenze.

Come riporta il Corriere della Sera, l’idea del “Il Palagio Tasting Tour” è venuta a Sting e alla consorte Trudie Styler: accompagnati dal manager della tenuta toscana, Ralf Hoegger, i due viaggeranno a bordo di un caravan che farà viaggiare i loro vini per l’Europa, facendo tappa in diverse città per raccontarli e farli degustare a fan e appassionati.

Il calice lascia poi spazio al rock: il cantante si esibirà dal vivo dopo le degustazioni, poco distante dal caravan che trasporta, oltre alle bottiglie, il miele e l’olio della tenuta “Il Palagio”.

Ma il nesso tra i pezzi della rockstar inglese e il suo vino è evidente anche dai nomi, decisamente evocativi, sulle etichette: impossibile, per i fan, evitare di pensare alle celeberrime canzoni nel momento in cui si stappa un “When We Dance” 2015, oppure sorseggiando un “Message in a Bottle”, sia bianco che rosso, o un “Sister Moon”.

Sarà Düsseldorf ad avere l’onore di ospitare la prima data de “Il Palagio Tasting Tour” Tour il prossimo 19 marzo, in occasione dell’apertura della fiera “ProWein“, dedicata al vino; toccherà anche a Hannover, Stoccarda e Monaco di Baviera, sempre in terra tedesca. Verranno poi Zurigo e  Basilea (30 e 31 marzo), in Svizzera, e Lussemburgo (1 aprile). Dopo Belgio (2 e 3 aprile) e Gran Bretagna (10 aprile), l’evento conclusivo del Tour sarà il 12 aprile a Parigi, nel locale Bataclan, tristemente noto per gli attacchi terroristici di novembre 2015.

Proprio da qui Sting aveva iniziato il tour del suo ultimo album “57th & 9th” lo scorso novembre, inaugurando il locale a un anno di distanza dai fatti di sangue che ne avevano comportato la chiusura.